Ospedale Nord Barese, ASL attende fondi per 18 milioni

BAT – La progettazione esecutiva del nuovo ospedale del Nord Barese incappa nella problematica dei fondi. Nuovo stop alle attività durante l’ultima seduta della commissione Bilancio in Regione, che ha constatato la presenza di un progetto per la struttura che dovrebbe sorgere tra Bisceglie e Molfetta, ma l’assenza delle somme di denaro necessarie per avviare le pratiche burocratiche.

A sollevare la polemica è il consigliere regionale Fabiano Amati, che parla di uno scaricabarile tra la Regione Puglia e l’ASL della sesta provincia pugliese. Il bando è pronto – spiega il componente di Azione – ma quando la Regione chiede di procedere con la gara, l’ASL sottolinea la lacuna economica. A pagarne le spese sono i cittadini, che si vedono rimbalzati in una sorta di ping-pong tra azienda sanitaria e polo regionale.

La lacuna è pari a 18 milioni di euro, quota necessaria affinché l’ASL possa avviare la gara. A ciò si aggiunge la valutazione ministeriale, senza la quale non è possibile procedere con il bando. Il 29 novembre, l’ASL aveva chiesto alla Regione un cofinanziamento per cominciare le operazioni burocratiche. Disponibilità al cofinanziamento confermata il 12 dicembre, ma i tempi di attesa si allungano nonostante i continui contatti tra le parti.

La spesa complessiva originaria per la costruzione, invece, è di 192 milioni di euro, di cui 182 cofinanziati dallo Stato e poco meno di 10 milioni a carico della Regione. Lunedì prossimo nuovo confronto in commissione Bilancio.