Francavilla Fontana, Andrisano (FI): “Tributi comunali: l’Ente può aderire alla definizione agevolata delle liti pendenti entro il 31 marzo”

Fare pace con le tasse ed i tributi comunali. Gli Enti locali hanno tempo fino al prossimo 31 marzo per decidere se applicare la definizione agevolata circa le controversie tributarie in cui sono parti o è parte un loro ente strumentale. L’avvocato Antonio Andrisano, capogruppo di Forza Italia, ha trasmesso nella giornata di lunedì, una interrogazione al sindaco ed al presidente dell’assise comunale “per conoscere quale sia l’orientamento dell’amministrazione comunale e quali siano le decisioni che intende adottare con riferimento alla definizione agevolata delle liti già pendenti”.

Andrisano ha evidenziato un punto:  “La scelta – scrive – va operata con regolamento, ma le regole per la sanatoria sono quelle fissate dalle norme di legge”. Quanto allo stralcio delle mini-cartelle fino a mille euro, il Comune di Francavilla ha annunciato la sua adesione alle nuove misure introdotte dalla Legge di Bilancio 2023.

A Francavilla Fontana è ancora vivo il ricordo di quando l’8 giugno 2017 cittadini ed imprenditori infuriati affollarono l’atrio del municipio per gli aumenti spropositati della Tari che erano stati recapitati a tutti i francavillesi, circa il 30%  e per la mancata restituzione del contributo versato in più a causa del pasticcio registratosi nel 2015, poi restituito ai cittadini con la richiesta di compensazione. Diversi i contenziosi tributari ancora in piedi.