Guardia di finanza, oltre mezzo chilo di stupefacenti sequestrati nel foggiano nell’ultimo mese

FOGGIA- Sono più di 60 gli interventi effettuati dalle unità cinofile del comando provinciale di Foggia della Guardia di finanza nell’ultimo mese, con il sequestro di oltre mezzo chilo di sostanze stupefacenti, tra marijuana, hascisc e cocaina.

L’intensificazione ha riguardato le principali vie di comunicazione dell’area garganica e del Tavoliere nonché quelle di accesso ai comuni a forte vocazione turistica quali Manfredonia, Vieste e Peschici.

I controlli sono stati indirizzati verso le autovetture in transito sulle strade statali e provinciali, ma anche sui passeggeri dei mezzi di trasporto pubblici, quali pullman e traghetti. Incrementato anche il presidio alla stazione ferroviaria di Foggia, principale snodo ferroviario della provincia.

Il dispositivo di prevenzione attuato dalle fiamme gialle ha permesso di sottoporre a controllo centinaia di persone ed il fiuto dei cani antidroga ha consentito di rinvenire e sequestrare oltre 300 grammi di hascisc, 30 grammi di marijuana, 50 grammi di cocaina e numerosi “spinelli” già pronti all’uso.

56 sono le violazioni amministrative contestate, con rapporto all’Autorità Prefettizia, per uso personale di sostanze stupefacenti, mentre nei casi riguardanti quantitativi più elevati o suddivisi in dosi i responsabili sono stati denunciati all’autorità giudiziaria.

Determinante l’intervento delle unità cinofile anche nei due maxi sequestri da 26 e 20 chili di cocaina trovati a bordo di autovetture provenienti dall’estero effettuati nelle scorse settimane e che hanno portato all’arresto di tre corrieri.

L’attività di servizio rientra nel presidio del territorio esercitato dai finanzieri del comando provinciale Foggia, anche con il supporto delle unità cinofile, volto alla prevenzione dalle condotte criminose più diffuse ed alla repressione delle fattispecie connotate da maggiore pericolosità sociale.