Caos tifosi Cavese, Cannito annuncia richiesta pagamento danni

BARLETTA – Comune di Barletta e Barsa sono al lavoro per quantificare i danni causati dai tifosi della Cavese all’interno dello stadio Puttilli, in occasione dell’incontro di calcio disputato domenica scorsa. Cifre ancora da chiarire, così come andranno verificate le conseguenze del lancio dei fumogeni sulla pista d’atletica. Al momento, il dato è di 48 seggiolini divelti, un lavabo distrutto e circuito podistico rovinato.

Attraverso Barsa, che detiene la gestione dello stadio fino al 31 marzo, l’amministrazione comunale interverrà con il ripristino delle utenze danneggiate. Da quantificare anche i danni nel quartiere Patalini, tra scritte sui muri, aree verdi devastate dal passaggio dei tifosi cavesi e sfregi ad abitazioni e attività commerciali. Il sindaco Cannito, pur accettando le scuse del primo cittadino di Cava de’ Tirreni Vincenzo Servalli, annuncia che il computo economico dei danni verrà inviato alla Cavese per un risarcimento totale della manutenzione.