La Fidelis ci prova, ma il Picerno impone il pari

Ancora rinviato l’appuntamento con la prima vittoria per la Fidelis Andria, punto importante per il Picerno. Allo Stadio Degli Ulivi termina 1-1 e succede tutto nel primo tempo con il botta e risposta grazie alle reti di Urso per i pugliesi e Golfo per i lucani,

Cudini sceglie il 4-3-1-2 con Urso a supporto di Pavone e Sipos, dall’altra parte Longo invece si affida al 4-3-3 con Reginaldo, affiancato da Golfo e Liurni. Per la prima occasione bisogna attendere solo tre minuti con una conclusione di Paolini della Fidelis che viene bloccata in due tempi da Crespi. Dopo la prima emozione, c’è da aspettare trenta minuti, praticamente fino al gol di Urso. Sventagliata perfetta di Arrigoni per Fabbriani che la rimette al centro per Urso: il numero dieci deve soltanto poggiarla in rete per l’1-0. Al minuto 41’ però c’è già il pareggio del Picerno: Dalmazzi rinvia in maniera non perfetta, sulla palla vagante si coordina perfettamente Golfo che batte Zamarion per l’1-1, complice anche una deviazione di Milillo. Negli ultimi minuti del primo tempo c’è spazio anche per un’ultimissimo brivido targato Fidelis Andria: Sipos a pochi passi dalla linea di porta si coordina ma non riesce a superare Crespi. Al riposo si va sul pareggio.

Primi quindici minuti della ripresa senza grandi occasioni. È al 61esimo che Sipos va in gol, ma il secondo assistente sventaglia la bandierina indicando il fuorigioco e strozzando l’urlo in gola al ‘Degli Ulivi’. Al minuto 68’ prova a coordinarsi sempre l’attaccante numero nove con il tacco ma la palla è terminata al lato. All’81’ Bolsius chiama Crespi alla respinta con un tiro da fuori area, sulla respinta Candellori poi sciocca tutti e alza troppo la mira.

Non si concretizzano gli assalti finali della Fidelis che forse avrebbe meritato qualcosina in più, ma al Degli Ulivi il risultato non si schioda dal pari. E al triplice fischio è 1-1 tra Andria e Picerno che fanno un altro piccolo passo in avanti in classifica.

Prossimo impegno a Francavilla per gli uomini di Cudini, mentre i lucani affronteranno il Monopoli al Donato Curcio.