Corato, sanguinante per ferita al collo soccorso dai carabinieri: un arresto per tentato omicidio

CORATO- È stato notato camminare per strada insanguinato e quando i carabinieri si sono avvicinati per soccorrerlo hanno notato la ferita al collo: un uomo di 38 anni è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio.

Sono bastate poche ore ai carabinieri della sezione Operativa di Molfetta e della stazione di Corato a rintracciare il presunto responsabile del tentato omicidio di un uomo di origini marocchine e di arrestarlo in flagranza di reato.

(Nel video, l’intervento del capitano della compagnia carabinieri di Molfetta, Francesco Iodice)

È accaduto nel corso della notte del 4 ottobre, quando l’attenzione dei militari della stazione carabinieri di Corato è stata attirata da un uomo vistosamente insanguinato a causa di un’evidente ferita al collo. Dopo aver prestato la primissima assistenza, i carabinieri hanno richiesto l’intervento del personale sanitario del 118 e hanno immediatamente ricostruito l’accaduto grazie alle primissime informazioni raccolte sul posto. L’ulteriore intervento della sezione Operativa della compagnia di Molfetta ha contribuito all’individuazione, al rintraccio e all’arresto dell’autore della violenta aggressione che, all’esito dei primi accertamenti, appare riconducibile a una lite per futili motivi.

L’uomo, le cui responsabilità dovranno essere accertate nel corso del successivo giudizio, è stato associato al carcere di Trani, a disposizione della Procura della Repubblica di Trani che ha chiesto la convalida dell’arresto. Il procedimento è nella fase delle indagini preliminari e l’arresto attende l’eventuale convalida del gip presso il Tribunale di Trani, dopo l’interrogatorio e confronto con la difesa.