Ossessionati da ex si piazzano davanti le loro case: due uomini in carcere nel tarantino

SAN MARZANO- Avrebbero perseguitato le ex e si sarebbero piazzati davanti alle loro case: due uomini, uno di Francavilla Fontana (Brindisi) e uno di Pulsano sono stati arrestati e trasferiti nel carcere di Taranto per il reato di atti persecutori.

È accaduto a San Marzano e a Pulsano, in meno di 72 ore, quando i carabinieri hanno arrestato un giovane e un 30enne. Il primo comando stazione ha arrestato in flagranza di reato un giovane di Francavilla Fontana. In particolare, l’uomo, già sottoposto alla misura cautelate del divieto di avvicinamento alla parte offesa, è stato sorpreso dai militari operanti, davanti l’abitazione della ex compagna.

I carabinieri della stazione di Pulsano, invece, hanno arrestato in flagranza di reato un 30enne del luogo. Anche in questo caso, l’indagato, incurante dell’obbligo di allontanamento dalla casa familiare e contestuale divieto di avvicinamento alla parte offesa, quale misura cautelare in atto, è stato sorpreso dai carabinieri davanti l’abitazione della stessa.

Dopo le formalità di rito, fatta salva la presunzione di innocenza fino a sentenza definitiva, al termine delle operazioni, entrambi gli arrestati sono stati tradotti presso la casa circondariale di Taranto, a disposizione della competente autorità giudiziaria.