San Vito dei Normanni, omaggio a Lanza Del Vasto: “La comunità vive nei suoi insegnamenti”

SAN VITO DEI NORMANNI- Un omaggio a Lanza del Vasto, due omaggi alla comunità nel nome di Lanza del Vasto: si potrebbe sintetizzare così l’evento svoltosi ieri, 29 settembre, a San Vito dei Normanni.

Ogni anno, in questa data, che è quella di nascita dell’illustre concittadino, la città che gli ha dato i natali ricorda la sua straordinaria figura di filosofo, poeta, pittore, scultore e, soprattutto, di apostolo della non violenza.

Il pensiero di “Shantidas” (questo l’appellativo datogli da Gandhi, di cui fu discepolo) è quanto mai attuale. E nell’incontro svoltosi nella sala conferenze della biblioteca comunale “Giovanni XXIII”, organizzato dall’assessorato comunale alla Cultura in collaborazione con il consiglio comunale dei ragazzi, c’è stato un focus proprio sul tema della pace e della non-violenza, alla luce di ciò che viviamo in questo periodo, con letture di passi di sue opere, con le testimonianze degli operatori del Progetto Sai in corso di svolgimento in città e con la visione dei filmati di alcune interviste rilasciate nel tempo da Lanza del Vasto.

La serata si è conclusa con la consegna di due opere d’arte che raffigurano Shantidas: un ritratto olio su tela che il suo autore, il pittore Alfredo Passante, ha voluto donare alla comunità cittadina e un busto in cartapesta (opera dell’artista Flaviana Pagliara), donato alla città dalla dott.ssa Clelia Leozappa. Per entrambi, il sindaco Silvana Errico ha avuto parole di apprezzamento e di grande riconoscenza: “Il segno che la nostra comunità vive nel solco degli insegnamenti di Lanza del Vasto”.