Ladri in trasferta: da Roma e Lecce in vacanza per rubare cellulari. Incastrati da telecamere

LECCE- Sarebbero stati incastrati dalle telecamere due ladri arrivati in vacanza da Roma per rubare cellulari in tre diverse attività commerciali di Lecce: sono stati gli agenti della Sezione Voltanti ad arrestarli e condurli in carcere.

È accaduto nel pomeriggio del 16 agosto quando la centrale operativa, nell’arco temporale di circa 15 minuti, ha ricevuto da parte di due esercenti del centro storico altrettante segnalazioni di furto di cellulare. L’equipaggio della sezione Volanti ha raggiunto il luogo della prima segnalazione, un bar sito in via Cairoli, la cui titolare è stata derubata del suo cellulare da un cliente che con destrezza le ha sottratto il telefono appoggiato vicino al registratore di cassa. Mentre gli operatori hanno effettuato il sopralluogo, la centrale operativa della Questura è stata contatta da un’altra cittadina, titolare di un esercizio commerciale sito in via degli Ammirati, che a sua volta ha subito un furto con le stesse modalità: è stata tratta in inganno da un finto cliente che l’ha distratta chiedendole di mostrargli degli articoli in vendita.

I poliziotti, attraverso una rapida visione delle immagini dell’impianto di videosorveglianza installato presso il primo esercizio e delle immagini relative al sistema di videosorveglianza cittadino, visualizzate dagli operatori della centrale operativa, hanno individuato quali autori dei furti due soggetti che hanno passeggiato lungo Corso Vittorio Emanuele.

Difatti, le indicazioni fornite dagli operatori della centrale operativa, che dalle immagini visionate in diretta hanno riconosciuto il soggetto descritto dalle vittime, soprattutto grazie all’abbigliamento indossato, hanno consentito ai poliziotti intervenuti di bloccarlo e di individuare il complice.

Mentre è stata effettuata una perquisizione personale a uno dei due uomini, è stato trovato un telefono, che dopo pochi istanti ha squillato. Uno dei poliziotti ha risposto alla chiamata, ascoltando dall’altra parte la voce di una donna che hanno detto che qualcuno le ha portato via il cellulare. Pertanto, si è appreso che vi era una terza vittima dei due malviventi, e cioè la titolare di un esercizio con sede in Corso Vittorio Emanuele.

Il complice è stato individuato pochissimi istanti dopo ed è stato trovato in possesso degli altri due cellulari rubati. L’attività di polizia giudiziaria espletata consentiva di recuperare e restituire alle tre vittime i cellulari asportati approfittando della distrazione delle proprietarie che, in tutti e tre i casi, avevano appoggiato il loro cellulare vicino al registratore di cassa. Gli arrestati sono stati accompagnati presso la locale casa circondariale.