Francavilla-Andria 2-1: Murilo e Patierno rilanciano la Virtus (Highlights)

FRANCAVILLA F.NA – Il derby della Nuovarredo Arena va alla Virtus Francavilla, che batte 2-1 la Fidelis Andria e torna ai tre punti.
In cronaca. Al 18’ cambia già il parziale. Sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina battuto da Urso, svetta su tutti Dalmazzi che sblocca il punteggio e porta avanti la Fidelis. Al 23’ altra grandissima occasione per gli ospiti: ci prova direttamente Arrigoni da fermo, la conclusione è angolata ma Avella vola e compie un vero e proprio miracolo.  Al 28’ arriva il primo serio squillo del Francavilla, sempre su calcio piazzato: Murilo ci prova con un tiro a giro, palla che sfiora l’incrocio e palla che termina fuori di un soffio.  Al 41’ palo clamoroso di Idda: un cross sbagliato del capitano biancazzurro diventa un tiro verso la porta difesa da Zamarion, il legno salva l’Andria. Al 45’ sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, Cisco ci prova con una bordata da fuori area: il pallone non centra la porta di poco. E nel minuto di recupero ci prova anche Patierno in girata, senza fortuna.
Il secondo tempo comincia come si era chiuso il primo, con la Virtus in avanti e pericolosa al 49’, sempre da calcio piazzato: la punizione di Maiorino non centra di poco la porta. Sul capovolgimento di fronte ci prova Sipos, chiamando all’ottimo intervento Avella.  Al 58′ ancora Virtus pericolosa: cross di Caporale dalla sinistra e Maiorino, a pochi passi dalla linea di porta, non riesce a impattare con la sfera. Al 69′, dopo averlo inseguito a lungo, il Francavilla arriva al pareggio: cross dalla destra di Ekuban, in area c’è Murilo, che non ci pensa due volte a scaraventare in porta la sfera. E sessanta secondi dopo Ekuban ha pure il pallone per completare il sorpasso, ma non trova clamorosamente la porta per questione di millimetri. Al 78′ palla-gol incredibile per l’Andria: Djibril ha tutto il tempo di prendere la mira e calciare, ma una deviazione salva Avella e la Virtus Francavilla. All’83’ secondo palo della Virtus: il tiro verso il secondo palo di Murilo è impreciso e colpisce il legno della porta di Zamarion.  A quattro dalla fine contatto nell’area dell’Andria, con Mastropietro che protesta per un calcio di rigore: l’arbitro non è dello stesso avviso. E sul conseguente tiro dalla bandierina, è Patierno di testa a far esplodere di gioia la Nuovarredo Arena. Nel finale forcing Andria, ma la Virtus non rischia nulla e porta a casa tre punti d’oro.

IL TABELLINO

VIRTUS FRANCAVILLA (3-5-2): Avella; Idda (20′ st Solcia), Miceli, Caporale; Cisco (39′ st Enyan), Tchetchoua, Giorno (12’ st Mastropietro), Murilo, Pierno (12’ st Carella); Maiorino (20′ st Ekuban), Patierno. All.: Calabro.
FIDELIS ANDRIA (3-5-2): Zamarion; Delvino (44′ st Mercurio), Dalmazzi, Milillo; Fabriani, Urso (30′ st Djibril), Arrigoni, Candellori; Hadziosmanovic (44′ st Pinelli), Sipos (7’ st Bolsius), Orfei. All.: Cudini.
ARBITRO: Emmanuele di Pisa.
MARCATORI: 18′ Dalmazzi, 69′ Murilo, 87′ Patierno.