Taranto. Controlli b&b Fiamme Gialle: tre strutture abusive, evasione e frode fiscale

TARANTO- Tre b&b hanno esercitato abusivamente l’attività non avendo le autorizzazioni, ad altri sono state contestate 17 violazioni alle norme e in 151 attività commerciali non sono stati emessi gli scontrini: questi i risultati dei controlli delle Fiamme Gialle del comando provinciale di Taranto.

Nel corso della stagione estiva, i miltari hanno eseguito una serie di interventi finalizzati ad assicurare la sicurezza economico-finanziaria del territorio della provincia. In tale contesto, sono stati eseguiti complessivamente 46 controlli nei confronti di strutture ricettive del tipo “Bed & Breakfast” presenti principalmente sulla fascia costiera.

All’esito dei relativi accertamenti, sono state rilevate 17 violazioni alle norme vigenti nello specifico settore. È emerso, inoltre, che tre delle strutture ispezionate operavano abusivamente, in assenza del prescritto titolo autorizzativo.

A contrasto dell’evasione fiscale, sono stati invece svolti 306 controlli in materia di mancata emissione di scontrini e ricevute, che hanno portato alla constatazione di 151 violazioni, tra le quali l’omessa memorizzazione dei dati e la mancata installazione/verifica periodica del misuratore fiscale.

Ispezioni mirate sono state infine condotte anche presso alcuni distributori di carburante, al fine di accertare, oltre al rispetto delle prescrizioni stabilite dalla normativa sulle accise, eventuali e ingiustificati incrementi dei prezzi di vendita.

Contrastare l’evasione fiscale vuol dire contribuire alle prospettive di ripresa e di rilancio dell’economia del Paese e favorire una più equa ripartizione del prelievo impositivo tra i cittadini (“pagare tutti per pagare di meno”).