0 Condiviso 1012 Visto

Cerignola, 10milioni di euro per rigenerazione urbana: “Dopo trent’anni piscina comunale”

CERIGNOLA- “Con il finanziamento di 10milioni di euro ottenuto dal ministero  mettiamo in cantiere progetti che cambieranno nel breve e medio termine il volto della città di Cerignola sotto l’aspetto urbanistico, sociale ed economico”. Così il sindaco Francesco Bonito rende noto il finanziamento incassato dal ministero dell’Interno nell’ambito dei “contributi ai comuni per progetti di rigenerazione urbana”.

Ecco cosa riguarderanno i lavori

Si tratta di interventi che dovranno essere cantierizzati  e che riguarderanno il secondo step dei lavori in viale XXIV Maggio per un importo di 1,2milioni di euro; l’ammodernamento del sistema di climatizzazione del teatro Mercadante, la cui apertura è imminente, per ulteriori 1,2milioni di euro; l’attivazione di una piscina comunale all’interno del Pala Dileo per 2,5milioni di euro; il rifacimento di piazza del Carmine attraverso un contributo di 800mila euro; la creazione di un parco attrezzato– il più grande della città- in zona Fornaci grazie all’erogazione di 750mila euro; il secondo stralcio di lavori a Palazzo Carmelo, antica sede del Comune di Cerignola, per una cifra di 3.5 milioni di euro; l’edilizia popolare, per complessivi 500mila euro, nel quartiere San Samuele.

“Mi sento di ringraziare pubblicamente- dice l’assessore ai Lavori pubblici Mario Liscio– tutti i dipendenti dell’ufficio tecnico e il dirigente per il costante lavoro di supporto all’amministrazione comunale. Questa è una fase molto importante per i comuni, che dovranno attivarsi celermente e con molta professionalità per intercettare i fondi europei messi in campo dopo l’emergenza sanitaria. I risultati fino ad ora ottenuti parlano chiaro e sono la dimostrazione che il lavoro svolto va nella direzione giusta”.

“A nemmeno di cento giorni dal nostro insediamento – dice il sindaco Bonito- abbiamo già tagliato un importante traguardo che interesserà la vita di tutti i cerignolani: la città riparte con i parchi, con l’edilizia popolare, attraverso i luoghi di cultura. Mi piace sottolineare l’attivazione, fin troppo sperata negli ultimi 30 anni e mai raggiunta, della piscina comunale, che rappresenta un vero e proprio risultato storico per la nostra città. Siamo solo all’inizio ma sono in cantiere altri 20 interventi disseminati su tutto il territorio. La nostra rivoluzione mite, come l’avevamo chiamata in campagna elettorale, sta entrando nel vivo”, conclude il primo cittadino Francesco Bonito.