0 Condiviso 1646 Visto

Latiano, cane randagio maltrattato: “Esseri mostruosi”

LATIANO – È stato ritrovato sanguinante, con un cappio di ferro stretto attorno al collo. Atto di incredibile violenza nei confronti di “Francesco”, un cane randagio che vive nei pressi della stazione di Latiano. Per fortuna, il cucciolone non è in pericolo di vita. Ma resta la gravità di quanto accaduto. La denuncia arriva da Enpa, Ente nazionale protezioni animali sezione di Latiano che ha ritrovato il povero cane terrorizzato per la violenza subita.

La denuncia dell’Enpa

“Con grande rammarico ed enorme rabbia – si legge in un post sulla pagina Facebook dell’associazione – dobbiamo segnalare nel nostro paese in provincia di Brindisi un gravissimo episodio di violenza su un povero cane randagio anziano, un’anima indifesa che non fa male a nessuno e che da anni vive nei pressi delle palazzine adiacenti al parco giochi della stazione dove ha la sua cuccia ed è amorevolmente accudito da alcuni cittadini lì residenti”.

Eppure, qualcuno si è accanito sul cucciolone, da tutti conosciuto come Francesco. L’episodio è stato denunciato alla Polizia Locale.

“Il povero cane aveva al collo il cappio in ferro che vedete in foto e sanguinava. In collaborazione con l’ufficio preposto al randagismo e la polizia municipale ,come prevede la legge abbiamo attivato immediatamente il soccorso al cane che è stato trasportato in clinica per le terapie di cui necessita. Procederemo con le dovute denunce per la visione delle telecamere della zona e ci auguriamo che i colpevoli siano al più presto identificati.  Rimane comunque lo sgomento al pensiero che nella nostra cittadina ci siano in giro degli esseri mostruosi che sfogano le loro frustrazioni su poveri esseri indifesi che hanno la sola colpa di fidarsi dell’uomo”.