0 Condiviso 853 Visto

Serie C, Ghirelli: “Mi auguro di tornare in campo il 16. Situazione del Catania preoccupante…”

SERIE C Nel corso di Rossoblù 85 è anche intervenuto Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro, il cui primo pensiero è stato rivolto a Mario Macalli, suo predecessore, scomparso nei giorni scorsi:

“Mario Macalli è stato per 18 anni a capo della lega di Serie C e ha lottato per costruire una lega che rappresentasse i comuni e che facesse dei settori giovanili risorse importanti per tutto il movimento calcistico italiano. L’unica riforma in 60 anni è stata la sua: passare a una Serie C da 90 a 60 squadre”.

SCENARI FUTURI. “La Lega Pro ha optato per il rinvio del secondo turno per diverse ragioni. Anzitutto l’aumento dei contagi: mi auguro che il Governo approvi l’obbligo vaccinale perché, da ciò che mi dicono gli esperti, sull’andamento del virus pesa la matrice dei non vaccinati. Inoltre sono stati presi provvedimenti relativi all’accesso negli stadi, perciò bisogna capire in che modo ciò si rifletterà sul campionato. Mi auguro che il 16 si torni in campo, ma è chiaro che c’è un elemento di incertezza”.

CATANIA. “La situazione del Catania mi preoccupa, già da due anni non è del tutto serena. Il Tribunale, a ore, verificherà i bonifici e i versamenti, ammesso che siano stati fatti, della Sigi. Spero che tutto possa rientrare: c’è in ballo il futuro di un club prestigioso, oltre che la linearità del raggruppamento C”.