Oria, morte volontario: il cordoglio della Protezione Civile

ORIA – È morto dopo una terribile malattia, a soli 26 anni, il volontario della Protezione Civile di Oria e del servizio 118 Francesco Perrucci, giovane stimato e ben voluto, attivo nel sociale e nel mondo del volontariato. Per l’ultimo saluto, in programma domani, martedì 4 ottobre, nella chiesa di San Francesco d’Assisi, il giovane sarà vestito con la divisa della Protezione Civile, seguendo le sue ultime volontà.

Piange, quindi, il mondo della Protezione Civile, con il presidente del comitato Regionale Maurizio Bruno che ha voluto esprimere il suo dolore.

Morte volontario, il cordoglio della Protezione Civile Regionale

“La vita di Francesco – scrive Bruno – è stata una vita interamente donata agli altri. Volontario della Protezione Civile di Oria, con la cui divisa ha chiesto di affrontare il suo ultimo viaggio, Francesco è una fiamma spentasi troppo presto, a soli 26 anni: ma il cui calore continuerà a scaldare in eterno i cuori di chi lo ha conosciuto. Da Presidente del comitato regionale di Protezione Civile voglio mandare un abbraccio commosso, a nome di tutta quella nostra famiglia di cui ha fatto parte, alla mamma Michela, al papà Salvatore, alla sorella Luana, al fratello Simone, alla fidanzata Annamaria e a tutti i volontari dell’Associazione Volontari Protezione Civile Comune di Oria.

Chi avuto la fortuna, anzi il privilegio di conoscere Francesco, ha avuto l’opportunità di imbattersi in un ragazzo capace di gentilezza, educazione, aiuto nei confronti di chiunque. Era impossibile resistere al suo sorriso, ai suoi modi e non essergli amico. C’era sempre, sempre c’è stato e sempre ci sarà. Con il suo esempio e il suo ricordo. Che non si dissolverà mai. E che anzi si rafforzerà nel cuore di noi tutti, indelebile, forte come lui ha saputo essere. E come lui ha saputo insegnarci”.