0 Condiviso 302 Visto

Margherita di S., terra e acqua per il Santo Patrono

MARGHERITA DI SAVOIA – Si ispira al legame ancestrale tra acqua e terra «Una Terra abbracciata dall’Acqua», la due giorni di installazioni e performances attoriali, che rientrano nell’arco temporale dei festeggiamenti del santo patrono di Margherita di Savoia, nella Bat, il Santissimo Salvatore, iniziati lo scorso 28 luglio. La manifestazione è organizzata dall’associazione «Terra Salis», con la direzione artistica di Antonio Minelli. Se il 28 luglio, con l’avvio dei festeggiamenti del SS. Salvatore, sono stati montati dei fari architettonici atti a illuminare la facciata della Chiesa Matrice, in questi giorni è stato allestito un ideale percorso artistico che parte dalla Torre delle Saline e prosegue poi verso la Chiesa Matrice, Largo Giannone e l’arenile antistante il lungomare Cristoforo Colombo. Il tema dell’acqua è il filo conduttore di tutte le installazioni a cui il pubblico ha potuto assistere, tecnologiche ed attoriali. La Torre delle Saline è stata avvolta da un’illuminazione artistica che, corredata di audio, ha sottolineato l’antico legame della città con i pericoli del mare, partendo dalle motivazioni per cui fu costruita la torre nel XVI secolo. La Chiesa Matrice ha visto un allestimento tecnico di «Immersive Art», tra le più contemporanee tecniche di spettacolo. Schermi led si sono intersecati con gli elementi architettonici delle colonne, dell’altare e della navata centrale della chiesa, connessi tra loro da una dinamica di animazione videografica. La centralità tematica è basata su uno schema generale delle diverse forme dell’acqua, dall’antico testamento alle attuali crisi idriche del pianeta, passando per le avversità che il territorio ha affrontato nei secoli. Le installazioni hanno impegnato circa 60 persone fra tecnici, figuranti e artisti e le azioni si sono svolte in un loop nelle ore serali.