Brindisi, impianto eolico offshore con 34 turbine: avviato l’iter

E’ stato avviato ufficialmente l’iter autorizzativo per la realizzazione di un impianto per la realizzazione di un impianto per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile eolica offshore e onshore a circa 22 chilometri dalla costa di Brindisi, in corrispondenza di Punta Penne. L’impianto, denominato “BRN” dovrebbe essere composto da 34 turbine.
La società “Regolo Rinnovabili Srl” ha presentato domanda alla Capitaneria di Porto di Brindisi per il rilascio di una concessione demaniale marittima trentennale per lo specchio acqueo interessato e per una zona demaniale marittima a terra.

La parte offshore comprende 34 aerogeneratori eolici composti da turbina, torre e fondazione galleggiante; cavo sottomarino in AT 66 kV di interconnessione tra aerogeneratori; una sottostazione elettrica galleggiante; elettrodotto sottomarino in corrente alternata HVAC AAT 380 kV, che collega la sottostazione offshore al punto di giunzione a terra tra l’elettrodotto marino e l’elettrodotto terrestre.
Una parte onshore comprendente punto di giunzione elettrodotto marino – elettrodotto terrestre; elettrodotto terrestre in corrente alternata HVAC AAT 380 kV, dal punto di sbarco del cavo alla sottostazione utente; una sottostazione elettrica di utenza; elettrodotto terrestre in corrente alternata HVAC AAT 380 kV, che collega la stazione
utenza alla stazione elettrica della RTN.
L’impianto eolico è composto da 34 turbine eoliche ad asse orizzontale di cui 33 da 15 MW ed 1 da 9.0MW, con una potenza elettrica totale del campo di 504.0 MW. La connessione alla Rete di Trasmissione Nazionale dell’energia elettrica è prevista nei pressi della centrale TERNA “Brindisi-Pignicelle”, mediante una sottostazione di misura e consegna da costruire appositamente-
E’ il primo passo ufficiale per la realizzazione dell’impianto che dovrà essere poi valutato in una conferenza di servizi.