0 Condiviso 783 Visto

Brindisi, la denuncia: “aggressione razzista in un negozio”

BRINDISI – Un giovane migrante gambiano residente a Bisceglie sarebbe stato aggredito nella mattinata di sabato all’interno di un negozio. A denunciare l’episodio di violenza razzista è il presidente della Comunità Africana di Brindisi e provincia Drissa Kone

“Oggi – questa la ricostruzione di Koine – in via Provinciale San Vito, un ragazzo gambiano, residente a Bisceglie, ma temporaneamente a Brindisi per motivi di lavoro, stava acquistando delle bevande su richiesta del datore di lavoro, durante la pausa pranzo, quando, all’interno del negozio, veniva improvvisamente e senza motivo spintonato con forza alle spalle da un uomo italiano. Alla richiesta di spiegazioni sul perché di quel comportamento, la reazione dell’aggressore diventava ancora più violenta, sia verbalmente, con pesanti insulti, che fisicamente, perché lo inseguiva all’esterno e lo picchiava brutalmente con pugni e calci. Sul posto intervenivano il 118, la Polizia Locale e subito dopo i Carabinieri. L’aggressore veniva fatto allontanare dagli agenti e, avvertito da una abitante del quartiere, interveniva il Presidente della Comunità Africana Drissa Kone, che, incontrando lì altri ragazzi stranieri, pure intervenuti a difesa dell’aggredito, si preoccupava di calmare gli animi e spiegare che bisognava percorrere vie legali per ottenere giustizia. Il giovane aggredito, sanguinante, veniva accompagnato in Ospedale per le cure del caso. Confidando nelle indagini della Magistratura e delle Forze dell’Ordine, condanniamo in ogni caso questa brutale aggressione, di chiaro stampo razzista. Non è la prima volta che accade qui a Brindisi, come in altre parti del territorio nazionale, e – si chiude la nota – siamo pronti a mobilitarci ancora una volta contro ogni forma ed episodio di violenza”.

Immediata la reazione dell’Anpi di Brindisi, che si dice “solidale con il lavoratore aggredito e con la comunità africana tutta”.