Serie D: Scontri Paganese-Casertana, 9 arresti

Polizia e Carabinieri hanno eseguito congiuntamente l’arresto in flagranza differita di 9 persone, rispettivamente 7 ultrà della Paganese e 2 della Casertana, alcuni dei quali già in passato colpiti da provvedimenti di DASPO. Sono gli esiti delle indagini avviate in seguito agli scontri fra opposte tifoserie avvenuti domenica 22 gennaio 2023 lungo il percorso per raggiungere lo stadio comunale “Marcello Torre” di Pagani, in occasione dell’incontro di calcio Paganese-Casertana: i protagonisti degli scontri erano rimasti in un primo momento ignoti, avendo agito gli stessi con volto coperto da passamontagna.

PAGANESE SI COSTITUISCE PARTE CIVILE – “Con il trascorrere delle ore aumenta il nostro rammarico, lo sconcerto e la delusione per i fatti di cronaca violenta accaduti all’esterno dello stadio prima della gara di domenica scorsa con la Casertana. Nel contempo, esprimiamo ancora la nostra vicinanza e solidarieta’ all’attivita’ commerciale coinvolta e l’abitazione e ci dissociamo fermamente dagli atti violenti che hanno visto coinvolto una frangia di teppisti che nulla hanno a che vedere con la parte sana dei tifosi della nostra squadra e non si puo’ identificare, cosi facendo, con i nostri colori. Pertanto alla luce degli sviluppi scaturiti dall’attività investigativa, nelle ultime ore, la Società ha dato mandato al proprio legale, l’avvocato Carlo De Martino di costiursi parte civile negli eventuali processi penali che seguiranno”. E’ quanto si legge in una nota della Paganese dopo i violenti scontri avvenuti tra i suoi tifosi e quelli della Casertana domenica scorsa.