0 Condiviso 607 Visto

Castellaneta, evade dai domiciliari e abbandona cucciolo: 66enne finisce in carcere

CASTELLANETA- Sarebbe evaso dai domiciliari cui era ristretto per andare al supermercato e nel parcheggio avrebbe anche abbandonato un cucciolo di cane che ha tentato disperatamente di raggiungerlo: un 66enne è finito in carcere per il reato di maltrattamenti e abbandono di animali.

È accaduto a Castellaneta quando i carabinieri della locale stazione hanno arrestato un 66enne del posto, già noto alle forze dell’ordine, in ottemperanza al decreto di sospensione cautelativa della detenzione domiciliare emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Taranto.

I militari hanno accertato che l’uomo si sarebbe allontanato dalla propria abitazione nonostante il regime di detenzione domiciliare cui era sottoposto per recarsi a un supermercato della zona.

Nel frangente gli operanti grazie alle segnalazioni pervenute da vari cittadini e alle immagini estrapolate dal sistema di videosorveglianza dell’esercizio hanno anche riscontrato che l’uomo avrebbe abbandonato un cucciolo di cane meticcio nel cortile antistante il supermercato del luogo, dopo averlo lasciato cadere dall’abitacolo del suo fuoristrada, per poi allontanarsi velocemente nonostante il cucciolo avesse accennato un disperato inseguimento del mezzo, presumibilmente conscio di essere stato abbandonato da parte di colui che ha creduto amico.

Il 66enne è stato pertanto denunciato per la violazione delle prescrizioni imposte dalla misura alternativa in relazione al reato di maltrattamenti e abbandono di animali.

L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato tratto in arresto dai carabinieri della stazione di Castellaneta e condotto in carcere in ottemperanza al suddetto decreto di sospensione cautelativa della detenzione domiciliare, emesso dall’autorità giudiziaria di sorveglianza a seguito dell’episodio.