Turco: ‘Governo sblocchi crediti fiscali o crollano imprese edilizia’

“Il MoVimento 5 Stelle ritiene a dir poco inaccettabile la richiesta formulata dal Governo di ritirare tutti gli emendamenti al DL Aiuti bis volti a sbloccare definitivamente l’impasse in cui si trovano i crediti fiscali d’imposta del Superbonus e degli altri bonus edilizi. Tali crediti, al momento, risultano bloccati a causa delle norme inadeguate introdotte man mano dal Governo Draghi, che a pochi giorni dal termine del suo mandato rischia di generare il tracollo di decine di migliaia di imprese del settore edile”. Lo afferma in un comunicato stampa il senatore Mario Turco, vicepresidente del MoVimento 5 Stelle.

“Siamo l’unica forza politica ad aver respinto l’ipotesi di andare a votare il decreto in Aula nella sua formulazione originaria che, semplicemente, sta dimostrando di non curare gli interessi economici del Paese – prosegue Turco -.. In un momento così difficile per le imprese e per tutti i cittadini italiani, risulta quanto meno vessatorio stringere il cappio a chi, nonostante pandemia e crisi energetica, continua la sua iniziativa economica generando ricchezza”.

“Con i nostri emendamenti volevamo l’esclusione della responsabilità solidale dei cessionari, sempre per il Superbonus e limitatamente ai crediti generati dopo il DL Antifrode per gli altri bonus edilizi – spiega il senatore Turco -. Siamo aperti ad accogliere proposte ulteriori dal Governo, purché questa tragedia venga scongiurata con il DL Aiuti bis, senza aspettare la formazione del nuovo governo, perché cittadini e imprese non possono aspettare i comodi della politica mentre le loro attività commerciali rischiano di colare a picco”.

“È la politica che deve servire i cittadini per scongiurare disastri annunciati come questo, e il MoVimento 5 Stelle pare l’unica forza cosciente di questo dato di fatto in tutto l’arco parlamentare”, conclude la nota a firma di Mario Turco.