Scomparsa Michele Cilli, ricerche nella zona industriale di Barletta

BARLETTA – Si concentrano nella zona industriale a sud di Barletta le ricerche di Michele Cilli, il 24enne scomparso nella notte tra sabato e domenica. In attesa delle ricerche ufficiali delle forze dell’ordine, i familiari del ragazzo stanno setacciando in via autonoma l’area dell’ex cartiera cittadina in via Trani.

Anche nella mattinata di venerdì i fratelli Antonio e Monica, insieme alla madre Maria, hanno ispezionato i terreni che circondano la vecchia fabbrica. A poche centinaia di metri, Michele è stato visto per l’ultima volta. Il giovane si è allontanato da una festa di compleanno in piazza 13 febbraio, proprio alle porte di via Trani, salendo su una Volkswagen Golf nera con un’altra persona. Si trattava di un conoscente. Il giovane ha lasciato davanti all’american bar la sua auto, con all’interno il giubbotto e le chiavi di casa.

La vettura a bordo della quale è salito Michele è stata sequestrata dalle forze dell’ordine, mentre si stringe il cerchio intorno all’uomo che ha fatto ritorno senza il 24enne. I familiari di Cilli scartano la pista di un allontanamento volontario. Gli inquirenti, invece, starebbero valutando un coinvolgimento nella criminalità organizzata cittadina, con il rischio che possa trattarsi di un caso di lupara bianca.

Le ricerche di familiari e volontari continueranno ad oltranza, con il fratello di Michele, Antonio, che ha scavato a mani nude insieme al suo cane. La Questura della BAT continua a lavorare in collaborazione con Procura della Repubblica e Prefettura, analizzando sia l’auto sequestrata sia le immagini di videosorveglianza di piazza 13 febbraio.