0 Condiviso 1268 Visto

Ispezioni Nas Taranto: denunciati farmacista e infermiere. Servito cibo avariato a clienti: chiuso locale

TARANTO- Hanno servito ai clienti del pesce, frutta e verdura scaduta e per questo hanno sequestrato 8 quintali di cibo del valore di 15 mila euro circa e chiuso attività. Cinque bar sono stati sospesi per carenza igienico-sanitaria, chiuso un centro medico e chirurgico e in tutto sono state comminate sanzioni di circa 50 mila euro.

È accaduto nell’ambito delle attività di controllo condotte dai carabinieri del Nas di Taranto su tutta la provincia, tese a contrastare le più diffuse illegalità nel comparto alimentare e sanitario e prevenire episodi potenzialmente pericolosi per la salute pubblica, dall’inizio dell’estate ad oggi sono state controllate quasi 200 strutture.

Sospese, dunque, 5 attività, tra depositi, bar e laboratori di preparazione alimenti, a seguito del rilevamento di carenze igienico-sanitarie e strutturali, oltre che della mancanza di indispensabili adempimenti documentali.

Sequestrati oltre 8 quintali tra pesce, carne, frutta e verdura, parte dei quali distrutti, per un valore di 15 mila euro circa, in alcuni casi offerti in vendita o somministrati al pubblico già scaduti di validità, in altri invece sprovvisti delle prescritte informazioni nell’etichetta o per mancanza di tracciabilità o per assenza di procedure relative all’abbattimento termico e congelamento e segnalati alle competenti autorità amministrative 31 persone, titolari e operatori delle attività controllate, contestando sanzioni per circa 50 mila euro.

Non hanno autorizzazioni: chiuso centro medico e di chirurgia

Nell’ambito poi degli specifici controlli sulle strutture sanitarie, si è proceduto alla chiusura di un centro medico, risultato privo di nulla-osta sanitario, e di un centro di chirurgia estetica privo di autorizzazioni.

Sanità: denunciati farmacista e infermiere non iscritti all’albo

L’attività di controllo del reparto speciale dell’Arma ha riguardato anche farmacie e strutture sanitarie pubbliche, portando alla denuncia all’autorità giudiziaria di un farmacista per alcuni gravi inadempimenti, e di un infermiere per mancata iscrizione al relativo albo professionale.

I controlli del Nas e degli altri comparti di specialità dell’Arma dei Carabinieri proseguiranno per tutto il periodo estivo, sotto il raccordo operativo del Comando Provinciale di Taranto, al fine di garantire il rispetto delle normative di settore tramite un’azione diffusa di prevenzione e contrasto alle illegalità.

Analogamente a quanto effettuato negli anni precedenti, soprattutto in occasione della festività del Ferragosto, a tali ispezioni verrà affiancata dal comando provinciale carabinieri di Taranto anche un’intensificazione straordinaria dei servizi di controllo del territorio, soprattutto nelle aree a vocazione turistica, al fine di garantire ai cittadini, d’intesa con le altre forze di polizia, la fruizione della particolare ricorrenza in un contesto sicuro e presidiato.