0 Condiviso 541 Visto

Città Marciane, 700 pellegrini delle 16 comunità in udienza con Papa Francesco

TORRICELLA- Saranno ricevuti da Papa Francesco nella giornata di mercoledì 1 giugno i circa 700 pellegrini provenienti dalle 16 comunità facenti parte della Rete Città Marciane.

La “Rete delle Città Marciane” è un’associazione costituita il 12 ottobre 2019 a Castellabate (Salerano), comune capofila, con la sottoscrizione di un Protocollo d’Intesa da parte dei sindaci dei comuni che sono legati dal culto di San Marco Evangelista. Dunque, nella giornata dell’1 giugno i pellegrini provenienti da Castellabate (Salerno), Borgo d’Avenza, Camerota (Salerno), Caprarica di Lecce (Lecce), Cellino San Marco (Brindisi), Futani (Salerno), Lei (Nuoro), Manocalzati (Avellino), Pacentro (L’Aquila), Ruffano (Lecce), San Marco Argentano (Cosenza), San Marco D’Alunzio (Messina), San Marco dei Cavoti (Benevento), San Marco Evangelista (Caserta), San Marco la Catola (Foggia), Sonnino (Latina) e Torricella (Taranto), parteciperanno all’udienza generale con il Santo Padre Papa Francesco.

La delegazione istituzionale, guidata dal presidente Marco Rizzo, sindaco di Castellabate, composta dai 16 sindaci, dal segretario della rete Giuseppe Semeraro, dall’assistente ecclesiastico don Antonio Quaranta, parroco di Torricella, dai parroci e amici ambasciatori, al termine dell’udienza consegnerà al Santo Padre alcuni doni e un’offerta in denaro per la carità del Papa.

Nel pomeriggio, nella Basilica Pietrina avrà luogo la celebrazione eucaristica di ringraziamento, concelebrata dai parroci all’altare della cattedra, e al termine saluti istituzionali alle delegazioni e ai pellegrini da parte di monsignor Calogero La Piana in rappresentanza del cardinale Mauro Gambetti, arciprete della Basilica di San Pietro.

“La rete delle Città Marciane, già nell’aprile 2020, ha programmato questo pellegrinaggio per presentare il percorso di devozione e promozione al vicario di Pietro, Papa Francesco, ma lo stato di emergenza sanitaria ha fatto rimandare l’evento – ha detto il segretario della rete Giuseppe Semeraro-. Siamo felici di vivere questa gioiosa giornata vivere insieme a una delegazione di pellegrini provenienti da 8 regioni d’Italia nel nome dell’evangelista Marco che, con il primo degli apostoli, San Pietro, ha sempre avuto un rapporto speciale.

Desidero ringraziare tutte le municipalità che, con grande entusiasmo, hanno organizzato questo pellegrinaggio – conclude Semeraro-. Ringrazio, per la fattiva collaborazione, il presidente Marco Rizzo, i parroci e Nunzia Digiacomo, responsabile dell’organizzazione e promozione delle attività delle Rete.”