0 Condiviso 884 Visto

San Vito dei Normanni, secondo incendio doloso al negozio Punto luce. Indagano i carabinieri

SAN VITO DEI NORMANNI- Le fiamme hanno immediatamente divampato nel locale, negozio di materiale elettrico, il fumo ha inondato la strada e i vicini si sono svegliati nel cuore della notte: il negozio Punto luce di San Vito dei Normanno è andato a fuoco.

È accaduto intorno alle 4.20 del 4 febbraio, in via Carovigno, quando i vicini hanno chiamato l’intervento dei Vigili del fuoco che hanno dovuto domare le fiamme che fuori uscivano dalla porta d’ingresso dell’attività. Sul posto anche i carabinieri della locale compagnia che hanno avvitato un’attività d’indagine e al vaglio degli investigatori le immagini del sistema di videosorveglianza. Si tratta del secondo incendio doloso alla stessa attività il cui titolare è un uomo di Mesagne. Anche questa volta, come accaduto nel 2021, l’incendio è stato appiccato da ignoti con del liquido infiammabile.

L’incendio doloso del 2021 al capannone di via Carovigno. L’incendio dell’auto nel 2020

Il 25 giugno 2020 sono dovute intervenire sette squadre dei vigili del fuoco per domare l’incendio che ha avvolto il capannone di via Carovigno dove aveva sede il negozio “Punto luce” di nuova apertura. L’intervento dei pompieri è durato dalle 4.30 alle 12.40 circa, reso inagibile anche l’appartamento al piano di sopra e ad appiccare il fuoco è stato un soggetto ripreso dalle telecamere che ha cosparso le finestre dello stabile con del liquido infiammabile. Al titolare dell’attività, originario di Mesagne, nel 2020 è stata incendiata l’auto. In entrambe i casi hanno indagato i carabinieri della locale compagnia.