0 Condiviso 635 Visto

Bari: Mignani frena, ‘Non è ancora calcio vero’

Dopo la netta vittoria in rimonta nella sfida di Coppa Italia (trentaduesimi) col Verona, Michele Mignani, tecnico del Bari, mostra soddisfazione ma tiene a freno i facili entusiasmi. “Avevo chiesto ai ragazzi di giocare la partita, se parti timoroso perdi in partenza. Lo spirito deve essere questo sempre, anche se dobbiamo continuare a migliorare sapendo che non è ancora calcio vero. Abbiamo vinto, ma il Verona resta più forte di noi in generale”. Su Cheddira: “Nella vita, tutti hanno un giorno di gloria… A parte la battutaccia, lo conosciamo: ha qualità e soprattutto fame e voglia di crescere. Crede nel lavoro, ascolta e cerca di mettersi a disposizione della squadra. Siamo contenti dei suoi gol, speriamo se ne tenga alcuni anche per il campionato”.

CIOFFI (VERONA): “Nei primi venti minuti si sono viste buone idee, un ottimo atteggiamento e la voglia di portare a casa il risultato – ha dichiarato a SportMediaset  Gabriele Cioffi, tecnico del Verona -. Per il resto meglio stare zitti e lavorare. Mercato? Parlarne dopo questa sconfitta sarebbe un alibi gigantesco. Ripeto, abbiamo fatto un’ottima partita per venti minuti, ma dopo l’infortunio di Ceccherini c’è stato un blackout: mi prendo le mie responsabilità. C’è da lavorare con grande serenità, se troviamo una scusa è l’inizio della fine. Ho grande fiducia nel gruppo, nella società e nel mio lavoro. Qui nessuno tira i remi in barca”.