Taranto, poliziotti feriti, uomo fermato accusato di duplice tentato omicidio

TARANTO – Risponde di duplice tentato omicidio, tentata rapina, porto illegale di arma fa fuoco e resistenza a pubblico ufficiale, Pantaleo Varallo, l’ex guardia giurata di Taranto, di 42 anni, che questa mattina a Taranto, intorno alle 11.30, ha fatto fuoco verso due poliziotti della Volante ferendoli. Il provvedimento di arresto in flagranza di reato é stato formalizzato questa sera dalla Questura di Taranto dove l’uomo è stato portato poco dopo il fatto. Varallo ha usato una pistola calibro 9 per colpire gli agenti ed ha sparato una decina di colpi. Nelle prossime ore il gip del Tribunale di Taranto dovrà esprimersi sulla convalida.

Nella ricostruzione fatta, l’uomo questa mattina si è recato in in concessionaria di auto di viale Magna Grecia ubicata proprio nel tratto dove è poi avvenuto in conflitto a fuoco. Avrebbe chiesto di provare un’auto e successivamente avrebbe avuto una discussione con un addetto alle vendite. Pare che Varallo abbia anche trafugato la chiave dell’auto di una vettura della concessionaria – ecco perché viene contestata la tentata rapina -. Fatto sta che dall’autosalone è partito l’allarme alla Polizia che in breve tempo è giunta sul posto. L’uomo si era appena allontanato a piedi dalla concessionaria, indossava un giubbotto nero, cappello con visiera calato sulla testa e collo e bocca coperti dalla parte superiore dello stesso indumento. La Volante con due agenti a bordo lo intercetta, lo riconosce dalla descrizione ricevuta. I poliziotti fermano l’auto e sulla stessa corsia fanno una rapida inversione di marcia contromano. A questo punto l’uomo, vistosi scoperto, scende in strada, si avvicina all’auto e spara all’impazzata. L’auto di servizio è raggiunta da numerosi proiettili. Poi Varallo risale sul marciapiede e scappa a piedi ma verrà bloccato un centinaio di metri più avanti. Dei due agenti, uno ha riportato ferite ad una mano, l’altro invece è stato colpito al torace. Mentre nella zona cominciano ad affluire vari equipaggi della Polizia e pattuglie dei Carabinieri, l’agente colpito al torace viene trasportato con un’ambulanza del 118 all’ospedale di Taranto Santissima Annunziata. Viene trasportato in codice rosso ma una volta diagnosticato e medicato, il quadro migliora. L’uomo è stato colpito di striscio tant’è che nel pomeriggio l’agente ha postato la sua foto, dal letto dell’ospedale. Volto sorridente e pollice in alto. Il poliziotto ferito alla mano è stato invece dimesso dopo la medicazione. L’episodio ha suscitato clamore in città e sui social. Il luogo dove è avvenuta la sparatoria è di grande transito e frequentazione, tanto più che era sabato mattina e in un orario di punta. Tante le attestazioni di solidarietà ai due agenti e alla Polizia.

«Esprimo la mia solidarietà e vicinanza agli agenti della Polizia di Stato feriti oggi a Taranto durante un controllo», ha dichiarato il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, manifestando la soddisfazione per l’immediata cattura dell’autore del ferimento.

«Nell’augurare la pronta guarigione ai due operatori di polizia – rileva Lamorgese – ringrazio ancora una volta tutte le donne e gli uomini della Forze di polizia per la dedizione e la professionalità con cui svolgono la loro attività quotidianamente per garantire l’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini, anche mettendo a rischio la loro incolumità personale».

Si sono espressi il consigliere regionale Puglia M5S, Marco Galante, il presidente di Confcommercio Taranto, Leonardo Giangrande, il presidente della Provincia di Taranto, Giovanni Gugliotti, il sindaco di Martina Franca, Franco Ancona, e l’ex sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci. (AGI)