0 Condiviso 1181 Visto

A Monopoli lo Spring Lights Festival

MONOPOLI – Una sequenza di immagini, animazioni e suoni che intende ripercorrere in forma di narrazione e intrattenimento, la storia di Monopoli.

E’ lo Spring Lights Festival, un progetto di videomapping narrativo e decorativo promosso dall’Assessorato al Turismo e l’Assessorato alla Cultura di Monopoli, con la direzione artistica di Antonio Minelli, che ha preso il via qualche ora fa nella cittadina a sud di Bari e andrà avanti fino a domenica 15 maggio.  Un percorso impreziosito dalle voci e dalle immagini di artisti monopolitani o comunque legati alla città: dalla poetica di Carolina Bregante alle pitture di Edward Perugini e Ignazio Perricci, dalla musica contemporanea di Martino Palmitessa alla voce di Franca Raimondi, sulle note del brano presentato al Festival di Sanremo del 1956 “Aprite le Finestre”, senza tralasciare le cartoline d’epoca raccolte da Michele Lafronza. Immagini e suoni si snideranno sui testi di Martino Cazzorla, narrati dalle voci di Antonio Minelli, Alessia Carrieri e Marita De Luca. Alcune scene di battaglie in Portavecchia saranno arricchite, con gentile concessione, dalle opere del maestro Carlo Fusca, docente presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia. Il progetto di video mapping vede coinvolte due zone del borgo antico di Monopoli: la prima, in corso Pintor Mameli, vede proiettate sugli edifici del borgo portuale decorazioni ispirate ai colori della primavera, la seconda, quella della Muraglia sul mare in area Porta Vecchia, vede immagini e animazioni incentrate maggiormente su alcuni elementi storici che hanno caratterizzato la formazione della cultura e della città di Monopoli, come l’assedio del 1529 e le antiche vedute di Monopoli rielaborate al computer, evocative dei primi anni del ‘900.