0 Condiviso 754 Visto

Il prodotto vitivinicolo protagonista di un convegno a Martina Franca

MARTINA FRANCA- “Il prodotto alimentare vitivinicolo come patrimonio culturale. Profili giuseconomici ed imprenditoriali” è il tema del convegno che si svolgerà a partire dalle 15 nella biblioteca comunale il 1° aprile col patrocinio del comune di Martina.

Docenti universitari, avvocati, esponenti istituzionali, imprenditori, operatori enogastronomici e turistici approfondiranno strumenti e tutele legali di cui gli imprenditori possono usufruire nella commercializzazione e nella valorizzazione dei propri prodotti tipici locali.

Interverranno per l’Ordine degli avvocati il presidente avvocato Antonio Vito Altamura, i consiglieri avvocati Antonella Semeraro e Luca Panarelli,  il presidente Scuola forense di Taranto avvocato Paola Don Vito, il segretario dell’Anf Lucio Tommasini di Taranto avvocato Laura Di Santo, il giudice di pace avvocato Alessandra Di Biase, l’assessore regionale all’Agricoltura Donato Pentassuglia, il presidente della Provincia di Taranto Giovanni Gugliotti e il sindaco di Martina Franco Ancona.

Apertura dei lavori (ore 15,45) con le relazioni del professor Pierluigi Passaro e dell’avvocato Daniele Pisanello; modera l’avvocato Augusto Sebastio professore della Euromediterranean University Slovenia.

A seguire la tavola rotonda moderata dall’avvocato Adriano Casavola Presidente UDAI Martina, con gli interventi del professor Vito Savino della Fondazione ITS Agroalimentare di Locorotondo, del referente Slow Food Trulli e Grotte professor Giuseppe Caramia, del responsabile commerciale Cantine Miali dottor Michele Miali,  dell’operatore turistico e enogastronomico Angelo Costantini, del produttore agroalimentare e presidente del Consorzio frantoi artigiani d’Italia e associazione dei frantoiani di Puglia Stefano Caroli.