0 Condiviso 521 Visto

Foggia, contrasto criminalità: il generale d’armata Zafarana ringrazia e plaude i finanzieri

FOGGIA- Ha espresso sentimenti di ringraziamento e plauso per le operazioni condotte sul territorio per contrastare la criminalità economico-finanziaria: il comandante generale di corpo d’armata Giuseppe Zafarana, ha reso visita alle Fiamme Gialle di Foggia presso la caserma “M.a.v.m. Cap. Antonio Smalto”, accolto dal comandante provinciale, colonnello Andrea Di Cagno.

L’autorità di vertice è tornata a Foggia dopo che, il 17 gennaio, ha partecipato, unitamente agli altri gradi vertice delle Forze di Polizia, al comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, tenutosi a Foggia alla presenza del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, per fronteggiare la recrudescenza criminale di inizio anno in alcuni comuni della provincia.

Potrebbe interessarti: “Generale Mattana, ‘sono un comandante molto fortunato’ “

Dopo la resa degli onori, il comandante generale, accompagnato dal comandante interregionale, generale di corpo d’armata Ignazio Gibilaro e dal comandante regionale, generale di divisione Francesco Mattana, ha incontrato una rappresentanza dei finanzieri di ogni ordine e grado dei Reparti della provincia, ai quali ha inteso esprimere sentimenti di ringraziamento e plauso per le operazioni condotte, alcune di queste illustrate direttamente dai finanzieri impegnati sul campo e orientate prioritariamente al contrasto della criminalità economico-finanziaria, anche transnazionale, delle truffe in materia di spesa pubblica con specifico riferimento alle misure di sostegno finanziario al sistema produttivo del Paese adottate dal governo con i  decreti “Rilancio” – con varie forme di bonus/crediti di imposta nel settore edilizio – nonché “Sostegni” e “Sostegni bis”.

Il generale di corpo d’armata Giuseppe Zafarana ha poi incontrato una delegazione della locale sezione dell’Anfi, soffermandosi brevemente sui temi del benessere del personale in congedo, la cui attività sociale e di proselitismo è stata condizionata dalle limitazioni imposte dalla pandemia da Covid-19.

Al termine del briefing di Reparto tenuto dal comandante provinciale, il comandante generale ha inteso rivolgere ai comandanti di reparto e ufficiali presenti in aula una riflessione sulle linee programmatiche operative del Corpo e le sfide che lo attendono per elevare ulteriormente il livello qualitativo delle tecniche di analisi e affinare le azioni di contrasto ai multiformi fenomeni criminali che in un territorio complesso, come quello della provincia foggiana, assumono forme pervasive e diffuse in ogni settore dell’economia e della Pubblica amministrazione.

In tale ottica, il comandante generale ha sottolineato l’importanza di aver canalizzato specifiche risorse dei Reparti speciali corpo, con spiccate competenze di analisi, che unite alle attività di intelligence e di controllo economico del territorio da parte dei Reparti territoriali di Foggia e Bari, hanno creato un bacino informativo inerente all’emergenza criminale foggiana, atto a catalizzare le azioni di repressione verso quei fenomeni criminali di evidente pericolosità sociale ed economica registrati nella provincia.