0 Condiviso 1322 Visto

Turismo di lusso in Puglia: trend in crescita per l’estate 2022. Turisti anche dal Medio Oriente

Revenge tourism, esperienze sensoriali e viaggiatori d’elite: la bolla del turismo di lusso in Puglia per l’estate 2022 sta per esplodere perché l’imperativo è uscire da due anni di difficoltà.

Un giro d’affari quello del lusso che vede l’aumento di flussi esteri: insistono Francia, America e India, importante presenza già confermata negli ultimi anni. E si rileva una pressione dal Medio Oriente grazie al volo diretto Bari Dubai.

Tra gli addetti ai lavori si avverte molta positività per il turismo luxury che attira un numero sempre più crescente di Millenial e Generazione Z., nonostante si debba migliorare il comparto trasporti, la destagionalizzazione e la competenza del personale.

Sempre più richiesti dagli ospiti di Masseria Traetta servizi esterni come ville, castelli e teatri, nuovi contenitori in cui organizzare wedding ed eventi.

Giuseppe Primicerio, general manager “Masseria Traetta”

“Quest’ultimi stanno generando un connubio tra pubblico e privato funzionale al recupero di spazi pubblici oggi in disuso o comunque di semi abbandono” dice Giuseppe Primicerio, general manager di Masseria Traetta che, anche quest’anno, può annoverare la presenza di Vip top secret. “Rispettiamo la loro riservatezza, è un nostro punto di forza. Credo che saranno loro stessi nelle stories a svelarsi.”

Sicuramente la pandemia prima e gli eventi bellici dopo, hanno fatto lievitare i prezzi delle materie prime: “A causa degli aumenti vertiginosi dei costi di produzione, abbiamo dovuto inevitabilmente rivalutare i costi di tutti i nostri servizi, che hanno dovuto subire degli aumenti in alcuni casi anche del 30%. Questo ha generato un fenomeno di selezione automatica delle conversioni, facendo scomparire il mercato medio basso a vantaggio di quello alto ed altissimo, dal 2021 sempre più in aumento.”