0 Condiviso 965 Visto

Taranto-Catanzaro 0-3: Di Costanzo, ‘No vittimismo’

DI COSTANZO – “Avevamo preparato bene la partita, cercando di opporci come Davide contro Golia. Sapevamo di affrontare una squadra molto forte e va fatto un applauso al Catanzaro. Abbiamo concesso qualcosa e loro non ci hanno perdonato. Le nostre occasioni, al contrario, sono state neutralizzate dal portiere avversario. Complessivamente non abbiamo fatto per niente una buona partita ma la sconfitta poteva essere ancora più pesante. Abbiamo provato a tirare fuori la grinta ma avevamo di fronte una squadra con un’ottima organizzazione di gioco e un organico che non ci ha permesso di esprimerci al meglio. Non facciamo nessun vittimismo e pensiamo già alla partita di mercoledì”. (Foto Franco Capriglione)

MANETTA – “Abbiamo sbagliato l’approccio, non possiamo subìre così tanto all’inizio. Abbiamo commesso errori da non rifare, ma ho visto alcuni spunti da portare avanti. Dobbiamo dare merito al Catanzaro, forse l’abbiamo incontrato nel nostro momento peggiore: sono un gruppo rodato da diversi anni, mentre noi dobbiamo trovare la quadra al più presto. Dobbiamo mettere più cattiveria agonistica e sfruttare meglio le opportunità. Facciamo tesoro degli errori e concentriamoci subito sul prossimo impegno”.

VIVARINI – “Complimenti alla mia squadra, l’approccio è stato ottimo. Abbiamo disputato la prima mezz’ora con intensità e cattiveria, mettendo in campo lo spirito giusto. Poi il Taranto è venuto fuori e ha costruito 3-4 situazioni in cui poteva fare gol. Metteremo a fuoco il perchè di queste occasioni concesse, il nostro obiettivo è quello di migliorare come squadra”.