0 Condiviso 1340 Visto

Ssc Bari | Le vecchie amnesie costano care

Anno nuovo, problemi vecchi. Il Bari riparte dalle solite amnesie difensive che sono costate tanto nella passata stagione. La squadra di Mignani ha subito poco ma ha preso gol in una delle poche sortite offensive della Fidelis Andria, bravissima ad approfittare del passaggio a vuoto dei biancorossi. Un fallo da rigore su Bubas di spalle commesso da Sabbione, qualche errore di troppo nelle uscite palla al piede e una qualificazione appannaggio dell’avversario. Polito dovrà intervenire in maniera mirata nell’ultima settimana di mercato, per dare a Mignani quell’alternativa in più necessaria per guadagnare posizioni nella griglia di partenza del campionato di Serie C. Per una difesa che non convince c’è un D’Errico già sopra le righe. La mezzala ha mostrato qualità e una visione di gioco non indifferente. Suo lo strappo che stava portando Simeri a siglare il pareggio a 2’ dall’inizio del primo tempo e sue tante iniziative personali che hanno creato superiorità numerica sulla fascia sinistra. Da mettere a punto la mira degli attaccanti: Antenucci ha sfiorato il bersaglio grosso in un paio di occasioni, Simeri ha mancato la zampata e Cheddira è stato fermato dal palo: invertire la rotta la priorità, tra una settimana si comincia e il campionato non aspetta.