Solidarietà a calciatrice Ancona Respect, Lega Pro dice no al razzismo

”Il razzismo è un virus che muta facilmente e invece di sparire si nasconde, ma è sempre in agguato. Le espressioni di razzismo rinnovano in noi la vergogna dimostrando che i progressi della società non sono assicurati una volta per sempre”. Ricordando le parole di Papa Francesco, la Lega Pro vuole esprimere la ferma condanna a quanto è successo alcuni giorni fa a una giovane calciatrice dell’Ancona Respect dicendo fermamente NO al razzismo e a tutte le forme di discriminazione. “Alla giovane della squadra femminile Ancona Respect giunga la solidarietà di tutta la Lega Pro. La aspettiamo sul campo e sugli spalti dello stadio di Ancona, pronti a premiarla in nome del calcio vero fatto solo di gioia, amicizia e rispetto”, dice Francesco Ghirelli, presidente della Lega Pro.