0 Condiviso 229 Visto

Sogliano attende il Bari per Ciccio Brienza: la situazione del capitano biancorosso

Entro l’inizio del ritiro la risposta definitiva: in campo, dietro la scrivania o addirittura con un’altra maglia? Il Bari e il Club Manager Matteo Scala si preparano ad affrontare il “nodoBrienza prima dello start ufficiale del 12 luglio a Bedollo. Il numero dieci biancorosso ha espresso chiaramente la sua volontà di continuare a giocare ma il Bari non gli garantirebbe un ruolo da protagonista nella rosa costruita da Cornacchini. “Deve scegliere Ciccio” trapela dalla società biancorossa, la SSC Bari non vuole assolutamente accompagnare alla porta Brienza ma non vuole neanche che questo diventi un “caso” ingestibile o mal gestito durante l’inizio della preparazione.

La deadline è fissata tra una settimana: dentro o fuori. Con la possibilità, qualora il calciatore decida di smettere, di affidargli il ruolo di responsabile del settore giovanile, consegnato temporaneamente ad Antonello Ippedico. C’è già un accordo scritto tra le parti, stipulato la scorsa stagione quando Brienza accettò la Serie D firmando un contratto per due anni con un compenso già pattuito sia qualora decida di continuare che qualora scelga la via del dirigente.

In tutto ciò, suona anche una sirena da Padova. Il Direttore Sportivo dei biancoscudati Sean Sogliano, vecchia conoscenza del calcio barese, è alla finestra e osserva gli sviluppi. L’ex dirigente del Bari non vuole interferire nella trattativa ma avrebbe contattato il fantasista nato ad Ischia per proporgli un’altra stagione da “giocatore”. Diverse ipotesi e soltanto qualche giorno di tempo prima di sciogliere le riserve: sarà nel rettangolo verde o in giacca e cravatta il futuro di Ciccio Brienza? Sarà in Puglia o magari in Veneto con la maglia del Padova? Sarà il galletto biancorosso o la gallina padovana?