0 Condiviso 339 Visto

Serie C | La UEFA appoggia la linea di Ghirelli sul merito sportivo

Merito sportivo, trasparenza e obiettività. Sono queste le linee guida indicate dalla Uefa qualora i campionati vengano interrotti prima della fine sportiva. Con una postilla che riguarda il regolamento UEFA che se ci fosse un’evidente percezione di ingiustizia nella scelta di un club, la proposta potrebbe esser rigettata. La Serie C dunque si interroga sul proprio futuro, anche se il presidente Ghirelli sembra abbastanza convinto della scelta presa dall’Assemblea di Lega Pro.

“Ci sono già dei precedenti- ha detto il numero uno della terza serie italiana- il Bari può far ricorso se non è d’accordo”. Con una velata sicurezza, Ghirelli ha spiegato il motivo della scelta del merito sportivo e, quindi della media punti, per la quarta promozione in Serie B. Anche se, ad esempio, il precedente del Modena nel 2017-2018 può far solo parzialmente testo perché, quando si utilizzò la media ponderata per la griglia play-off, si faceva riferimento a squadre presenti nello stesso girone. A differenza di Bari e Carpi che, non solo hanno un numero diverso disputate di partite, ma anche un coefficiente di difficoltà dei due gironi che potrebbe esser diverso. Insomma, vari punti da sviscerare in una situazione ingarbugliata che verrà valutata con attenzione della FIGC nel prossimo consiglio Federale.