0 Condiviso 400 Visto
Puglia Meteo
Cielo Coperto
15°C

Serie B | Schiaccia sassi Lecce 4-2 al Chievo

Giornata praticamente perfetta per i giallorossi che al Via del Mare superano il Chievo e si portano a -1 dal secondo posto.

Corini conferma l’undici che aveva vinto contro la Reggiana, lascia in panchina Mancosu e si affida a Coda e Pettinari con Henderson alle loro spalle. Proprio lo scozzese al 9′ di tacco serve l’arrembante Maggio che appena dentro l’area di rigore fa partire un gran sinistro che piega le mani a Semperer e permette al Lecce di fare 1-0. La reazione del Chievo arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Renzetti che trova Obi in mezzo all’area, nell’occasione troppo dolce la marcatura di Meccariello sull’ex Inter. Passano altri quattro giri di lancette che il Lecce si riporta in vantaggio con Coda che di destro dall’interno dell’area fulmina il portiere della formazione veneta che 10 minuti più tardi deve nuovamente alzare bandiera bianca sull’azione iniziata e manovrata da Hjulmand e rifinita da ancora dal centravanti campano che fa 16 in campionato. A due minuti dalla fine della prima frazione il Lecce trova addirittura il poker con il primo gol in giallorosso su assist di Maggio.

LA RIPRESA. Corini pensa all’impegno contro il Venezia di martedì e inserisce Zuta e Nikolov per Maker e Gallo. Il Chievo però si rifà sotto con un calcio di punizione di Mogos che beffa Gabriel, incerto nell’occasione.  Il Lecce ha abbassato i giri motore, mentre il Chievo ci crede e al 63′ ha l’occasione per accorciare ulteriormente le distante: Gabriel commette fallo su De Luca, per il direttore di gara è calcio di rigore, dal dischetto per Leverbe è impreciso e manda la sfera alta sopra la traversa. Ancora ospiti pericolosi al 69′ quando De Luca scappa via a Meccariello ma dalla distanza, con un pallonetto, non riesce a beffare Gabriel. E’ l’ultima occasione di una gara che lancia il Lecce nelle zone altissime della classifica.