0 Condiviso 495 Visto
Puglia Meteo
Poche Nuvole
37.4°C

Serie B | Il Cittadella si conferma bestia nera del Lecce. Finisce 1-3

Il Lecce perde ancora in casa, questa volta passa il Cittadella che grazie alle reti di D’Urso, Rosafio e Proia, e si conferma bestia nera dei giallorossi.

Corini sceglie Rodriguez per sostituire Pettinari non in perfette condizioni, nel Cittadella Venturato punta sull’ex Rosafio con Beretta e D’Urso davanti. L’avvio è equilibrato ma sono i veneti a portarsi in vantaggio al 19’ grazie ad un tiro di D’Amato, che complice una sfortunata deviazione di Hjulmand si infila alle spalle di Gabriel. La reazione non tarda ad arrivare ed è affidata a Massimo Coda, che concludere nel migliore dei modi un’eccellente azione corale ben avviata da Hjulmand e rifinita da Henderson. Sul finire della prima frazione di gioco materiale per la moviola: Coda crossa in mezzo e Lucioni deposita in rete, sull’azione però c’è il tocco di Henderson che mette in fuorigioco il difensore giallorosso che si vede strozzare in gola l’urlo del suo primo gol stagionale.

LA RIPRESA. Si riprede a giocare e i veneti trovano subito il gol del vantaggio con un sinistro magico e telecomandato di Rosafio che si infila sotto l’incrocio dei pali. Il Lecce ci riprova ma è sfortunato al 58’ con Majer che da due passi colpisce il palo alla sinistra di Kastrati. A questo punto Corini prova il tutto per tutto, punta su Pettinari, Mancosu e Stepinski, ma la mossa non porta gli effetti sperati.  Anzi nel primo minuto di recupero sono ancora i granata a trovare la via del gol con Proia che conclude nel migliore dei modi un’azione di contropiede. Finisce 1-3 e i giallorossi non sfruttano una ghiotta occasione.