0 Condiviso 788 Visto

Serie B, Capolista per una notte. Lecce-Reggina 2-0

Una vittoria da grande squadra, un successo che regala la vetta ai giallorossi che con il 2-0 contro la Reggina per una notte si mettono davanti a tutti.

Baroni preferisce Gallo a Barreca, mentre in avanti c’è Coda dall’inizio, nella Reggina Aglietti si affida  Montalto per superare il muro giallorosso.

Il Lecce in due occasioni va vicino al gol al 9 minuto prima di prova Gargiulo ma la sua conclusione viene murata dalla difesa, sulla ribattuta Majer che però non inquadra lo specchio della porta. Dopo la brutta esperienza contro la Ternana il Lecce non perde il vizio di far girare il pallone in difesa e anche con la Reggina rischia il fattaccio, per fortuna però il pallonetto di Cortinovis si perde alto sopra la traversa. Alla mezz’ora però i giallorossi la sbloccano: pennellata di Di Mariano per Coda che anziché colpire verso la porta serve Gargiulo che firma il vantaggio. Al 37’ Coda non è così incisivo come in altre occasioni, il suo tentativo con il destro è angolato ma debole e perciò facile preda di Turati. Al 41’ brutte notizie per Baroni, si ferma Coda, al suo posto Olivieri. In pieno recupero Strefezza prova il pallonetto, la palla si perde di un soffio a lato.

Nella ripresa il primo a provarci è Olivieri, nell’occasione si salva il portiere calabrese deviando il pallone in angolo. La partita nella sua seconda fase è brutta e nervosa, a farne le spese sono Cionek, Hetemaj e Di Mariano. All’ora di gioco però il Lecce piazza il colpo del KO: Strefezza lancia l’azione Majer accompagna, riceve il pallone e una volta in area batte il portiere con un tocco preciso sotto la traversa firmando così il raddoppio. Al Gabriel compie il primo intervento della sua partita con una prodigiosa parata sulla conclusione ravvicinata di Ricci che lo impegna sul primo palo.