0 Condiviso 166 Visto 1 Commenti
Puglia Meteo
Poche Nuvole
19.36°C

Serie A| L’ultima parola spetterà al premier Conte. Dichiarazioni incoraggianti da parte del sottosegretario Zampa

Giornata importantissima per il futuro del calcio in Italia. Nelle scorse ore c’è stato l’incontro tra il comitato tecnico scientifico e la Figc per discutere sul nuovo protocollo che dovranno seguire i club di Serie A. I 6 positivi della Fiorentina, i 4 della Sampdoria e i casi sospetti al Milan hanno frenato l’ottimismo per la ripartenza. L’ultima parola spetterà al governo, che esaminerà le relazione del Comitato Tecnico Scientifico e deciderà dopo l’incontro tra il premier Conte, il presidente della Lega di Serie Dal Pino e quello della Figc Gabriele Gravina. E’ stato bocciato il modello tedesco, che prevede di isolare solo l’eventuale positivo e consentire agli altri di continuare a lavorare. Il decreto governativo italiano parla invece di quattordici giorni di quarantena per chi ha contratto il virus e per tutti quelli che sono stati a contatto col soggetto infettato. Se l’emergenza dovesse perdurare in Lombardia e Piemonte la Lega avrebbe studiato anche un Piano B. Disputare le partite in impianti di Empoli, Benevento e Frosinone. Per quanto riguarda la posizione dei calciatori, invece, è in corso una riunione tra Aic e calciatori di serie A, AIC prenderà posizione e la porterà alla Figc e alla Lega. La sottosegretaria Zampa ha nel frattempo dichiarato a Radio Punto Nuovo: “Si va verso una soluzione ed è la soluzione che i tifosi di calcio si aspettano. Il via libera ancora non c’è, ma si va verso una buona direzione. Per ora il confronto riguarda l’allenamento individuale, oggi torneranno tutti a discutere del problema e la strada della soluzione è stata immaginata come una sorta di clausura della squadra”. Ore decisive, quindi, con il premier chiamato a dire l’ultima parola anche su questa spinosa questione.