0 Condiviso 108 Visto
Puglia Meteo
Cielo Sereno
25°C

Scontri tra ultra’ | Sequestro in sedi gruppi Bari e Lecce

Trentanove perquisizioni sono state effettuate dalla Digos di Bari, Lecce, Foggia e Pordenone nei
confronti di tifosi e sedi di club ultras di Bari e Lecce, nell’ambito dell’inchiesta sugli scontri avvenuti il 23
febbraio scorso, sull’autostrada A16, nei pressi di Cerignola.
L’inchiesta e’ coordinata dal pm Marco Gambardella, della procura di Foggia. Ci sono anche le sedi dei gruppi ultras
Re David e Bulldog di Bari tra quelle perquisite dai poliziotti della Digos, nell’ambito dell’inchiesta della procura di Foggia sugli scontri tra tifoserie baresi e leccesi, avvenuti il 23 febbraio sull’autostrada vicino a Cerignola, mentre i supporter
salentini si recavano a Roma e quelli baresi a Castellammare di Stabia, nel Napoletano. Si tratta di due tra i gruppi piu’
famosi e numerosi della tifoseria organizzata biancorossa. Delle 39 perquisizioni disposte dal pm Marco Gambardella, 25
sono state effettuate a Bari e 14 a Lecce. Nel corso della rissa, un mezzo di tifosi leccesi fu dato alle fiamme, altri
gravemente danneggiati e fu interrotta la circolazione sull’autostrada per diverse ore. I servizi subito disposti
dalla Digos di Bari avevano consentito di identificare, all’uscita dei due caselli autostradali baresi e in altre zone
del capoluogo, decine di tifosi di entrambe le fazioni (alcuni dei quali perquisiti oggi), e rinvenire strumenti atti a
offendere, verosimilmente utilizzati nella rissa. Proprio per il possesso di quel materiale, quattro ultras erano gia’ stati
denunciati. Le perquisizioni di oggi hanno consentito di sequestrare ulteriore materiale utile alle indagini.