0 Condiviso 326 Visto

Senise, aumento furti e spaccio in periferie: riunito comitato sicurezza. “Attenzione dello Stato”

SENISE- Gli strumenti di tutela della sicurezza urbana sono stati al centro del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, riunito presso l’ex sala consiliare del complesso di San Francesco di Senise, dove il prefetto di Potenza Michele Campanaro, affiancato dai vertici territoriali delle forze dell’ordine, ha incontrato i sindaci dei 15 comuni d’area – Castronuovo Sant’Andrea, Cersosimo, Chiaromonte, Fardella, Francavilla in Sinni, Noepoli, Roccanova, San Costantino Albanese, San Paolo Albanese, San Severino Lucano, Sant’Arcangelo, Senise, Teana, Terranova di Pollino e Viggianello – oltre al vice sindaco del capoluogo lucano.

I dati: in aumento furti, rapine e spaccio nel primo semestre 2022

Nel corso della riunione, sono stati presentati i dati statistici sull’andamento complessivo della criminalità nei territori dell’Area Sud del potentino, relativi al triennio 2019/2021 e al primo semestre del 2022, con un trend in sensibile aumento sul totale complessivo dei delitti (+6,5% alla fine del 2021 e +26% a giugno 2022 rispetto al corrispondente periodo del 2019, anno prepandemia), più evidente per le voci relative ai delitti predatori dei furti e delle cosiddette rapine improprie e per quelle dello spaccio e del consumo di sostanze stupefacenti.

Intervento prefetto Campanaro: “In arrivo finanziamenti per rafforzare attività di controllo”

“Riunire oggi il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica qui a Senise, con i sindaci dei 15 comuni d’Area – ha detto il prefetto, illustrando i dati sull’andamento della criminalità – ha un significato ancor più pregnante di attenzione e vicinanza dello Stato, nelle sue componenti del sistema sicurezza, a territori ingiustamente ritenuti di periferia. Il sensibile aumento dei reati registrato nei primi sei mesi di quest’anno, in particolare quelli cosiddetti predatori e di spaccio, ci spinge tutti a rafforzare ulteriormente la sinergia con gli amministratori locali, per una definizione più efficace degli interventi in materia di sicurezza urbana, accelerando sul versante delle misure volte all’eliminazione dei fattori di marginalità e di esclusione sociale”. In questo contesto, si inseriscono i finanziamenti disposti dal ministero dell’Interno in favore dei comuni di Senise e di Sant’Arcangelo, rispettivamente di 7.500 euro e di  6.453,86 euro per sviluppare iniziative di prevenzione e contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti, mediante il rafforzamento dell’attività di controllo da parte delle Polizie locali e lo sviluppo di attività informative e divulgative, con il coinvolgimento dei servizi sociali e delle realtà associative locali.

“La sicurezza urbana – ha ricordato il rappresentante del governo, a conclusione di una sessione di comitato particolarmente apprezzata dai sindaci presenti – riveste un ruolo strategico nell’ambito delle politiche pubbliche locali. La stesura di ‘Patti di Sicurezza d’Area’, uno per ciascuno dei sette ambiti territoriali individuati in questa provincia (capofila i comuni di Acerenza, Lagonegro, Melfi, Potenza, Senise, Venosa e Viggiano), è l’obiettivo che ci siamo posti nella programmazione delle sedute itineranti del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, avvicinando tutti e 100 gli amministratori locali di questa provincia a un tema – appunto quello della sicurezza urbana – spesso ritenuto a esclusivo appannaggio di altri”.