0 Condiviso 293 Visto

Stornarella, record italiano: 18 mesi per realizzare opera pubblica da 100 milioni di euro

STORNARELLA- “Un’opera pubblica da 100 milioni di euro che si chiude in 18 mesi è un record assoluto per i normali tempi con cui si realizzano le opere pubbliche italiane”. Lo ha detto il vicepresidente della Regione Puglia e assessore ai Lavori pubblici, Raffaele Piemontese, visitando nella mattinata del 13 settembre, con il sindaco Massimo Colia, il cantiere avviato in via Pietro Micca, a Stornarella, uno dei 257 interventi finanziati dal programma straordinario regionale “Strada X Strada”.

A Stornarella, comune della provincia di Foggia, sono stati trasferiti 150 mila euro con cui l’amministrazione sistemerà anche viale Aldo Moro, via Toscana, via Carabiniere Antonino Lombardi, via Mascagni, via Paolo VI, via Nazario Sauro, via Martiri di via Fani, via Bologna, via Di Vittorio e via Ettore Fieramosca.

“Stamattina abbiamo fatto fisicamente – ha detto Piemontese – quello che ogni cittadino pugliese può fare attraverso la piattaforma Internet stradaperstrada.regione.puglia.it, verificando dove e come la propria cmministrazione comunale sta cogliendo questa opportunità che abbiamo deciso di offrire a tutti i comuni pugliesi”.

“Con il Piano ‘Strada x Strada’ abbiamo investito 100 milioni di euro per quella che abbiamo definito una grande operazione di manutenzione e cura di bellezza delle comunità pugliesi – ha sottolineato il vicepresidente –, con effetti indiretti anche sulla ripresa delle attività economiche, utile per la ripartenza socio-economica del territorio.

Ai 61 comuni della provincia di Foggia sono stati trasferiti più di 24 milioni e mezzo di euro. Ai 10 comuni della provincia di Barletta, Andria e Trani 9 milioni di euro.

E ancora: poco più di 26 milioni di euro per la provincia di Bari, 9 milioni e 645 mila euro per quella di Brindisi, 17 milioni e 327 euro per quella di Lecce e 13 milioni e mezzo per quella di Taranto.

“Abbiamo deciso di chiamarlo ‘Strada per Strada’ per dare il senso di un’azione capillare e popolare sui luoghi dove tutti noi, ogni giorno, facciamo l’esperienza di cosa significa una buca che danneggia i cerchioni della nostra auto o un marciapiede rotto che provoca la caduta di un’anziana signora, per non parlare delle conseguenze più gravi di incidenti causati dall’insicurezza del manto stradale”, ha aggiunto Piemontese, sottolineando che “il ciclo di opere sulle strade comunali innescato dalla Regione Puglia si concluderà entro la fine di quest’anno”.

“Lo sforzo straordinario richiesto a uffici regionali e comunali – ha concluso il vicepresidente della Regione Puglia – è stato quello di non perdere tempo inutile, di disporre subito di progetti cantierabili, di ridurre ai minimi termini i passaggi burocratici: 18 mesi per fare domanda, fare le gare, completare i lavori e rendicontare le spese”.