0 Condiviso 185 Visto

Rapine a mano armata nel Foggiano, ottavo arresto

I carabinieri hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del tribunale di Foggia, nei confronti di un 32enne pregiudicato di San Severo (Foggia), per associazione a delinquere, rapina aggravata, detenzione e porto abusivo di armi da fuoco e riciclaggio di un autoveicolo. Si tratta dell’ultimo pregiudicato identificato e catturato nell’ambito dell’operazione chiamata “Gold rush” che nel giugno dello scorso anno portò all’arresto di 7 persone, tra cui appartenenti alla cosiddetta “Società foggiana”, la mafia attiva nel capoluogo dauno. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di rapine. Tra i colpi contestati agli indagati la violenta rapina a mano armata compiuta nella gioielleria “Follie d’oro” di Lucera nel gennaio 2018. L’operazione ‘Gold Rush’ è una costola del blitz antimafia ‘Decima Azione’ che nel novembre 2018 portò all’arresto di 30 persone, tra affiliati e capi clan della mafia foggiana.