Brindisi, assalto in gioielleria: rapinatore bloccato e ferito, un altro in fuga

BRINDISI – In due assaltano la gioielleria, ma, durante la fuga, uno dei banditi viene bloccato da uno dei titolari: colpito con una sedia in testa, è stato bloccato dagli avventori dell’attigua enoteca, affollata di gente: è stato soccorso e poi fermato dai poliziotti della Questura uno dei due banditi in azione poco prima delle 20 nella gioielleria Anna Longo, in via Filomeno Consiglio, nei pressi di Palazzo di città.

Mentre uno dei due rapinatori, armati di pistola e con il volto coperto da scaldacollo, fuggiva via con il registratore di cassa, il secondo è stato bloccato dal figlio del titolare della gioielleria che si trovava all’esterno dell’attività. Il rapinatore ferito è italiano e mentre era a terra, bloccato da tre o quattro persone in attesa della polizia, sanguinante al volto invocava pietà. Sarebbero stati uditi alcuni colpi, forse di pistola.

Rapina in gioielleria: la reazione

Indagini in corso per individuare il bandito fuggito via a piedi nelle strade circostanti, di sabato sera, nel centro della città. Intanto il complice è stato portato in ospedale per le cure del caso, sotto stretta osservazione tanto dei medici del Pronto Soccorso quanto degli agenti di polizia intervenuti.