0 Condiviso 1131 Visto

Puglia, allarme incendi in tutta la regione

PUGLIA – Brucia, la Puglia brucia, dal Gargano fino al Salento, con numerosi roghi divampati nella giornata di sabato.

Evacuato Castel del Monte

Ad Andria, Castel del Monte, ex maniero federiciano appartenente al Patrimonio Unesco, è stato evacuato a causa di un incendio che ha raggiunto la pineta antistante il monumento. Sono state evacuate anche ville e strutture ricettive della zona, alla periferia di Andria.

Fondamentale il gran lavoro degli uomini dell’Arif (l’Agenzia regionale per le attività irrigue e forestali), sul posto con i vigili del fuoco, carabinieri forestali, Protezione Civile, polizia locale e volontari. In fiamme, 80 ettari di bosco, nonostante i lanci di un Canadair decollato da Ciampino.

Le fiamme nel foggiano

Decine di ettari  in fiamme anche ad Alberona, nel foggiano. Le fiamme hanno avvolto il  bosco di Tuoro. Sul posto stanno lavorando 10 unità anti incendio boschivo, tra personale ARIF, vigili del fuoco, carabinieri forestali, e Protezione Civile ma, sempre in provincia, le fiamme hanno distrutto anche anche 30 ettari a Celle di San Vito, sui monti dauni.

I roghi in Salento

In Salento, un grosso incendio ha interessato la zona Parco Otranto – Bosco di Tricase – Santa Maria di Leuca. Al grande impegno dei vigili del fuoco, si è affiancata l’evacuazione delle abitazioni all’ingresso della marina di Andrano. L’incendio è infatti sceso lungo la serra che cala verso la Grotta Verde, gettando nel panico anche i bagnati che hanno abbandonato la zona.

Sempre in Salento, un incendio ha avvolto la sede di una ditta raccolta di rifiuti a Lecce, sulla provinciale 92 per Trepuzzi. Il fuoco, sospinto dal vento, si è propagato dall’esterno all’interno dell’impianto aggredendo ingenti quantitativi di materiale plastico, legno e carta depositato nella ditta di stoccaggio.

Fuoco a Taranto

A Statte, nel tarantino, un violento incendio boschivo ha messo a rischio 30 ettari. Interventi da terra, con 10 squadre al lavoro, e dal cielo, con i lanci effettuati da un Fire Boss decollato da Grottaglie.