0 Condiviso 1176 Visto

Premio Honestas, seconda edizione a Mesagne e San Vito dei Normanni: testimonial Vito Dell’Aquila

MESAGNE- È partita la seconda edizione del Premio Honestas, la borsa di studio dedicata agli studenti delle quinte classi delle scuole superiori di Mesagne e San Vito dei Normanni che, quest’anno, dovranno cimentarsi nella rappresentazione di un elaborato multimediale che illustri il tema della “correttezza”.

Equilibrio, coraggio, dedizione, lealtà, correttezza e senso del dovere: sono queste le doti che, oltre alla preparazione professionale, l’Arma dei carabinieri richiede ai propri uomini e donne e che il tenente Alberto Bruno vuole trasmettere ai cittadini più giovani attraverso la realizzazione della borsa di studio istituita con una raccolta fondi annuale.

Il Premio, organizzato dall’associazione “La valigia blu” presieduta dalla giornalista Fabiana Agnello, mette in palio tre borse di studio: 600 euro al primo classificato, 400 euro per il secondo e 250 al terzo vincitore.

L’evento, patrocinato dai comuni di Mesagne e di San Vito dei Normanni, si prefigge l’obiettivo di instillare nei giovani il seme della correttezza, alla riscoperta di quei valori necessari per l’equilibrio della vita sociale, dove gli italiani di domani potranno essere custodi e guardiani di un valore ormai troppo opacizzato.

A chi si rivolge

Partecipanti al video contest, saranno i ragazzi delle classi quinte degli istituti superiori della città di Mesagne (liceo scientifico e commerciale “E. Ferdinando”) e San Vito dei Normanni (liceo “Leonardo Leo” e l’iiss “Morvillo Falcone), che dovranno illustrare attraverso un video postato sulla piattaforma social Instagram, il tema della correttezza secondo i propri occhi.

Commissione esaminatrice presieduta dal Procuratore della Repubblica, Antonio De Donno

A proclamare il vincitore sarà una commissione presieduta dal Procuratore della Repubblica di Brindisi, Antonio De Donno, e composta da Fabio Marini, coordinatore della Fai antiracket Puglia e produttore cinematografico della società “Passo uno”, dal testimonial dell’evento Vito Dell’Aquila, medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo, e i sindaci delle città di Mesagne e San Vito dei Normanni.