0 Condiviso 1032 Visto

Barletta, perquisito pusher a bordo di monopattino: coltelli, droga e soldi

BARLETTA- A bordo del monopattino è stato notato spacciare droga a un’altra persona vicino alla villa comunale. Allora i finanzieri hanno voluto approfondire e dopo averlo fermato, hanno perquisito la sua abitazione: è finito ai domiciliari un 23enne di Andria che ha nascosto coltelli, droga e soldi.

Sono stati i militari del comando provinciale di Barletta, appartenenti alla compagnia di Andria, nell’ambito di mirati servizi di controllo del territorio finalizzati alla prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope, a eseguire l’arresto del ragazzo già noto alle forze dell’ordine per spaccio.

La pattuglia di finanzieri ha notato atteggiamenti sospetti di un giovane a bordo di un monopattino che nei pressi della villa comunale ha consegnato della sostanza stupefacente ad altro soggetto, così come effettivamente accertato a seguito di specifico successivo controllo.

L’attività di perquisizione domiciliare e relative pertinenze, svolta nei confronti del giovane spacciatore, di nazionalità italiana e residente ad Andria, risultato, peraltro, gravato da precedenti di polizia, ha consentito di sequestrare un bilancino di precisione, svariati coltellini da taglio e circa 18 grammi di sostanza stupefacente (hashish, marijuana e cocaina), nonché 440 euro ritenuti provento dell’attività di spaccio.

All’esito dell’attività la competente autorità giudiziaria ha disposto la sottoposizione del pregiudicato agli arresti domiciliari. L’operazione delle Fiamme gialle conferma la costante attenzione della Guardia di Finanza alla tutela del cittadino e il costante impegno profuso del controllo economico del territorio e nel contrasto ai traffici di sostanze stupefacenti nell’ambito della provincia di Barletta- Andria-Trani.