0 Condiviso 392 Visto

Pericoli del web e cyberbullismo: i carabinieri di Fasano incontrano studenti delle elementari

FASANO- Proseguono gli incontri tra i carabinieri di Fasano e le scuole elementari del territorio: dalla “Collodi” alla “Don Milano” e “Madre Teresa di Calcutta” i militari hanno affrontato i temi relativi al pericolo del web e del cyberbullismo, illustrando l’attività dell’Arma all’interno della comunità.

Nei giorni scorsi, i carabinieri delle stazioni di Fasano e Pezze di Greco, rappresentati dai loro comandanti, luogotenente Francesco Diroma e luogotenente Salvatore Rubbino, nell’ambito dei seminari formativi per la diffusione della cultura della legalità, hanno incontrato un gruppo di 60 alunni delle classi quinte e il corpo docenti della scuola elementare “Collodi” di Fasano, con i quali è stato affrontato il tema della Costituzione italiana quale principale fonte del diritto della Repubblica e sono stati illustrati i compiti dell’Arma dei carabinieri all’interno della società e le competenze di polizia a essa devoluti per la sicurezza della collettività, espressi attraverso vari servizi, compreso quello di prossimità al cittadino. Inoltre, un gruppo di 60 alunni delle classi quinte e il corpo docenti della scuola elementare “Don Milano” di Montalbano di Fasano, ai quali sono stati illustrati il ruolo dell’Arma dei carabinieri all’interno della società e i compiti di forza di polizia a essa devoluti per la prevenzione e repressione dei reati in genere, il servizio di prossimità al cittadino e il tema della Costituzione.

Un gruppo di 54 alunni delle classi quinte e il corpo docenti della scuola elementare “Madre Teresa di Calcutta” di Pezze di Greco di Fasano. Sono state illustrate le origini e le articolate funzioni dell’Arma dei carabinieri; inoltre, sono stati trattati argomenti afferenti al bullismo, al cyber-bullismo e ai rischi della navigazione sul web, quali fenomeni sociali diffusi anche fra i giovanissimi di quella fascia di età.

Gli incontri hanno registrato l’attivo interesse e partecipazione degli studenti che hanno rivolto numerose domande e rappresentato alcuni loro dubbi. I carabinieri da sempre promuovono questo approfondimento culturale, coinvolgendo attivamente gli studenti con i quali instaurano un concreto confronto, stimolandone la curiosità e affrontando i delicati argomenti al fine di favorire la pratica del valore della legalità con riferimenti normativi, ma anche con esempi pratici, analisi di esperienze e considerazioni. L’incontro – avvenuto in presenza e nel rispetto delle normative anti-Covid19 – è inserito in una più ampia calendarizzazione di appuntamenti che vedono l’Arma dei carabinieri apportare il suo contributo di vicinanza ai giovani e giovanissimi studenti con l’obbiettivo di abbattere il muro dell’omertà, accrescere il senso civico e la fiducia verso le istituzioni.