Francavilla Fontana, caccia al killer: parlano gli amici del 19enne ucciso

FRANCAVILLA FONTANA – Mentre continua la caccia al killer di Paolo Stasi, parlano gli amici del 19enne ucciso mercoledì: “era riservato, ma gentile”. L’omicidio di via Occhi Bianchi a Francavilla Fontana resta un rebus.

Omicidio Stasi: parlano gli amici

I suoi amici, quelli con cui aveva condiviso il diploma guadagnato all’alberghiero di Ceglie Messapica, hanno lasciato un mazzetto di fiori davanti alla porta della sua abitazione. Un gesto delicato, come delicato, questo il loro racconto, era Paolo Stasi, il 19enne di Francavilla Fontana ucciso sull’uscio di casa nella serata di mercoledì. La caccia al killer resta aperta. Eppure, al momento, la sensazione è che l’omicidio di via Occhi Bianchi sia un rebus, drammatico, di difficile soluzione. Il killer, intorno alle 18, ha suonato al campanello della casa dove il giovane viveva con i suoi genitori e la sorella. Paolo ha sceso le scale, ha aperto la porta di casa e si è ritrovato faccia a faccia con l’assassino che ha esploso due colpi. Una fine tragica e, al momento, inspiegabile. Paolo è descritto da tutti come un ragazzo perbene, senza grilli per la testa, amante dei videogiochi, dei libri e dei film. Lontano, insomma, da “giri strani” o pericolosi.

Omicidio Stasi: caccia al Killer di Paolo

Sconosciuto il movente, eppure, il killer ha sparato per uccidere. Il mancato ritrovamento dei bossoli fa pensare all’utilizzo di una pistola a tamburo o, in ultima analisi, ad un’arma giocattolo mortalmente modificata. L’autopsia, che sarà disposta dal pm Giuseppe De Nozza, confermerà o meno le ipotesi al vaglio dei carabinieri. Gli investigatoti, al momento, non escludono alcuna pista. Eppure, la sensazione, è che la verità possa essere nascosta nel PC e nello smartphone di Stasi, in fase di analisi da parte degli inquirenti. Resta il dramma, vissuto dalla famiglia di Paolo. Resta la paura, respirata dalla comunità. Resta la certezza che, in giro, si aggira un killer armato, una persona pericolosa, oggi senza un nome e senza un volto capace di sparare. Capace di uccidere un 19enne.